Servizio Pubblico

Azioni e progetti nell'azienda pubblica di servizi alla persona di Bologna

Intercultural Journalism Lab

 

L’ASP Città di Bologna, ha avviato, tra il 2018 e il 2019 i progetti di Alternanza Scuola-Lavoro con gli istituti scolastici della città e della provincia, all’interno del Servizio Protezioni Internazionali, con i Laboratori di Giornalismo, della durata di due settimane, condotti dal dott. Marco Marano, il cui fine è stato quello di “conoscere per informare”.

I temi che i ragazzi hanno sviluppato, intorno ai processi relativi alla Rete Sprar metropolitana di Bologna, hanno visto, da un lato, il perfezionamento di abilità e competenze pregresse, dall’altro, l’acquisizione di conoscenze relative al funzionamento di gran parte del sistema di accoglienza.

Il metodo di lavoro attivo ha prodotto la creazione di un blog aggiornato quotidianamente con articoli, schede, video e interviste sia agli operatori che ai cittadini bolognesi, come in un gioco di specchi tra chi sta dentro il sistema dell’accoglienza e la comunità sociale.

Un laboratorio di giornalismo per l’alternanza scuola lavoro

 

di Marco Marano

“Prendere appunti è la cosa che a scuola facciamo con più frequenza: intervistare una persona non è un problema…” E’ Giulia a parlare, 17 anni del Liceo Laura Bassi di Bologna. La sua risposta, quando abbiamo affrontato il tema delle tecniche per svolgere una intervista, è una chiave di lettura…

Questo perché i ragazzi che partecipano ai laboratori di giornalismo e comunicazione, presso il Servizio Protezioni Internazionali dell’ASP Città di Bologna, dalla dimensione scolastica, possono proiettare delle prassi basiche di cui sono portatori… Ma c’è un altro aspetto, ancora più pregnante, da sottolineare, che riguarda il linguaggio ed il modo in cui viene quotidianamente “confezionato” dal mondo degli adolescenti: tastiere, velocità di pensiero, essenzialità e sintesi.

Tutti elementi che quotidianamente fanno parte del corredo generazionale: scrivere 2000/2500 battute direttamente sullo smartphone, montare un video direttamente sul cellulare, mentre si è nel luogo del girato, è una cosa per loro naturale. In questo ultimo caso, senza che i ragazzi se ne rendano conto, sono naturalmente preparati alla nuova tendenza del giornalismo contemporaneo: il “Mobile Journalisme”.

Certo, in tal senso, occorre ricordargli che le riprese si effettuano con il cellulare in orizzontale e non in verticale come sono abituati a fare, oppure dargli delle dritte sullo spazio d’aria, ecc… Se la necessità di un laboratorio di giornalismo per studenti liceali, della durata di due settimane, è quella di individuare ragazzi che abbiano abilità e predisposizioni basiche verso la scrittura e il montaggio video, questa esigenza non si pone nei confronti delle riprese, poiché è un’azione sistematica della loro quotidianità.

Come per la posizione del cellulare, basta correggere alcuni approcci di cui non possono avere contezza, e il gioco è fatto. In tal senso il principale tema su cui intervenire è quello delle fonti on-line: cosa sono, come utilizzarle e come verificarle. E questo diventa di fondamentale importanza non solo per ciò che concerne la pratica giornalistica, ma soprattutto per la vita quotidiana: capire la credibilità di una informazione che circola sul web, per la loro generazione, è di vitale importanza…

I BLOG E I CANALI YOUTUBE

POLLEG EXPRESS

 

LICEO GALVANI

Bologna, settembre 2018

GUARDA IL BLOG

GUARDA IL CANALE YOUTUBE

Daily Mates

 

LICEO LEONARDO DA VINCI

Casalecchio di Reno (BO), ottobre 2018

GUARDA IL BLOG 

GUARDA IL CANALE YOUTUBE

 

Nuova InformAZIONE

 

ITC ROSA LUXEMBURG

Bologna, febbraio 2019

GUARDA IL BLOG 

GUARDA IL CANALE YOUTUBE

GAFDAILY

 

LICEO LAURA BASSI 

Bologna, marzo 2019

GUARDA IL BLOG

GUARDA IL CANALE YOUTUBE

CSM JOURNAL

 

ISTITUTO J.M. KEYNES 

Castel Maggiore (BO), maggio 2019

GUARDA IL BLOG

GUARDA IL CANALE YOUTUBE

Scheda progetto

 

Durata

- N° 2 settimane per 36 ore ciascuna.

- L’impegno sarà per 10 giorni lavorativi consecutivi, sulla base degli orari di lavoro del Servizio Protezioni Internazionali. Gruppo N° 3/4 studenti.

Sintesi del progetto

Le attività del laboratorio si sviluppano intorno ai processi relativi alla Rete Sprar/Siproimi metropolitana di Bologna, dal suo punto di coordinamento, cioè il Servizio Protezioni Internazionali, dell’ASP Città di Bologna.

La mission del progetto è quella di permettere agli studenti di “conoscere per informare” sulle dinamiche dell’accoglienza rispetto alle protezioni internazionali, sia a livello nazionale che locale. Il metodo di lavoro attivo prevede la creazione di un blog da aggiornare quotidianamente con articoli, schede, video e interviste, come in un gioco di specchi, tra chi sta dentro il sistema dell’accoglienza e la comunità sociale.

Gli studenti lavoreranno all’interno del Servizio Protezioni Internazionali seguendo la quotidianità degli orari d’ufficio, trasformandosi per due settimane in operatori dell’informazione.

Obiettivi generali

 Acquisizione delle conoscenze relative al funzionamento del sistema di accoglienza nazionale e locale.

 Acquisizione delle conoscenze geo-politiche sui paesi d’origine e le rotte geografiche.

 Acquisizione delle capacità di individuazione e lettura delle fonti certe, al fine di comprendere dove passa la linea divisoria tra realtà e manipolazione.

 Trasmissione degli elementi basici sui significati dell’apparire in video: dall’estetica ai contenuti.

Obiettivi specifici

- Affinare le abilità di base.

- Capacità di trasmettere le conoscenze acquisite.

Abilità di base

- Interesse verso la scrittura.

- Esperienze anche basiche di produzione (girato) e post-produzione (montaggio) video.

- Competenze social media.

- Capacità di trasferire l’atto del fotografare dalla dimensione privata alla dimensione pubblica.

Caratteristiche di base

- Curiosità.

- Motivazione.

- Dinamismo.

Tematizzazioni

 L’accoglienza come diritto dei popoli: la Costituzione italiana e il Trattato di Ginevra del 1951.

 L’accoglienza percepita: le cifre reali dei processi migratori.  Il sistema di protezione dei rifugiati: la storia e le procedure.  Rotte, frontiere e viaggi di fuga.

 La mediazione interculturale e la Trans-cultura

 “Paesi in fuga”: Nigeria, Gambia, Pakistan.

 L’altra accoglienza: chi sono i Minori Stranieri Non Accompagnati.  Storie di vita e integrazione.

 Conoscere per informare. Strumenti ed equipaggiamenti Gli studenti devono essere forniti ciascuno di personal computer/tablet, di un programma di montaggio, anche basico, degli smartphone di uso comune.

Punti nodali

- Attivazione di un Blog.

- Scrivere e impaginare un articolo on-line.

- Definizione e individuazione dei Topic e delle Idee Centrali.

- Affinare le tecniche di ripresa e montaggio.

- Andare in video con gli Stand-Up.

- Individuazione e trattazione delle fonti documentali.

- Individuazione e trattazione delle immagini.

- Studio sull’equilibrio e l’incrocio tra testi e immagini.

- Come si fa una intervista.

Funzioni laboratoriali Gestione web

 Amministrazione blog.

 Amministrazione canale YouTube.

 Amministrazione Canale Istagram. Gestione Archivi

 Ricerca e archivio fotografico.

 Ricerca e archivio play-list. Gestione programmi

 Montaggio video/foto. Attività autoriali

 Autore testi.

 Autore riprese video.

 Autore foto.

Percorso Tipo

I SETTIMANA

 

1° Lunedì

PERCORSO DI ATTIVAZIONE DEL LABORATORIO

1. Analisi delle abilità

2. Organizzazione delle funzioni

3. Esposizione del Servizio Protezioni Internazionali

4. Attivazione canali web

5. Costruzione delle pagine: Mission – Chi siamo

6. Formazione veloce:

- Come si scrive un articolo online.

- Come costruire i titoli.

- Come si ricercano e si organizzano le fonti documentali.

- Come si ricercano e si organizzano le fonti fotografiche.

- Cenni di videoriprese: il Mobile Journalism.

- Cenni di montaggio.

- Individuazione delle parole chiave (TAG).

- Individuazione dei Topic (idee centrali). L’accoglienza come diritto dei popoli: la Costituzione italiana e il Trattato di Ginevra del 1951.

 

TEMA: La Costituzione italiana e il Trattato di Ginevra del 1951

Metodologia: Lavoro di gruppo.

- Analisi dei testi legislativi.

- Elaborazione testo per sito.

- Elaborazione testi stand-up dal testo on-line.

VIDEO: L’accoglienza come diritto dei popoli Riprese video: Stand-up - Immagini d’ambiente: via del Pratello 53 –

Foto d’archivio di persone in fuga.

FONTI: Internet, https://www.google.com/advanced_image_search

 

2° Martedì

TEMA: Le cifre reali dei processi migratori

L’accoglienza percepita: le cifre reali dei processi migratori

Metodologia: Lavoro di gruppo.

- Somministrazione della scheda.

- Individuazione dei numeri dell’accoglienza generali.

- Le cifre dell’accoglienza a Bologna.

- Elaborazione testo per sito.

- Elaborazione testi stand-up.

VIDEO: l’accoglienza percepita dai bolognesi (riprese video con stand-up).

Domanda: Sapete quanti rifugiati ci sono in Italia?

FONTI: Sito Bologna Care; Sito Servizio Centrale.

 

3° Mercoledì

TEMA: Le protezioni internazionali tra storia e procedure

Il sistema di protezione dei rifugiati: la fuga tra storia e procedure In tutto il mondo ci sono persone che quotidianamente fuggono da violenze, guerra o persecuzione con l’obiettivo di ritrovare una condizione di sicurezza e con la speranza di un futuro migliore, avventurandosi in pericolosi e lunghi viaggi.

Dietro i drammatici titoli dei giornali e le angoscianti immagini di colonne di persone in fuga ci sono storie personali fatte di tragedia, coraggio e speranza.

Fino a che punto conosciamo la realtà dell’asilo, la dolorosa esperienza personale dei rifugiati e le vicende che li portano a fuggire?

Cosa sappiamo della protezione che il diritto internazionale accorda loro?

Siamo sicuri di conoscere la realtà dei rifugiati in Italia?

Follow-up sulla formazione veloce

Metodologia: Lavoro di gruppo.

- Ripartire dal Ruanda.

- Come, quando e perché nasce lo Sprar.

- Differenza tra migrante economico e rifugiato.

- Il patto d’accoglienza.

- Il nuovo Sprar: Siproimi.

- Elaborazione testo per sito.

- Elaborazione testi stand-up dal testo on-line.

VIDEO: Pronti a fuggire…

Se foste voi a dover improvvisamente fuggire dal vostro paese, dopo aver visto morire i vostri parenti, oppure dopo aver subito violenze, o ancora in seguito al rastrellamento della vostra casa, o nel caso che la vostra città fosse continuamente bombardata…? In un giorno la vostra vita cambierebbe…

Domanda: Quali sono le tre cose che portereste con voi?

FONTI: Sito Servizio Centrale, I cento giorni dell’orrore. Come la maggioranza Hutu uccise un milione di persone della minoranza Tutsi https://www.youtube.com/watch?v=svaz_WLJ6yA

 

4° Giovedì

TEMA: Rotte, frontiere e viaggi di fuga

Metodologia: Lavoro di gruppo.

- Le frontiere che si trovano sulle diverse rotte.

- In quali periodi storici sono state intraprese queste rotte? Lo sono ancora oggi.

- Le rotte del Mediterraneo.

- Le frontiere della rotta del Mediterraneo se si parte dall’Eritrea

- La rotta del Mar Nero.

- La rotta balcanica.

- La rotta ispanica.

- La rotta dall’est Europa.

- Elaborazione testo per sito.

- Elaborazione testi stand-up.

TITOLO VIDEO: Le frontiere delle rotte del Mar Mediterraneo

Domanda: Quali sono le frontiere che un rifugiato deve attraversare sulla rotta del Mediterraneo se parte dall’Eritrea.

FONTI: La strada dell’asino

 

5° Venerdì

TEMA: Mediazione linguistica e transcultura A Bologna

Lavoro di gruppo.

I punti

- La trans-cultura

- La mediazione centralizzata

- La mediazione Sprar

- Analisi dei dati, delle lingue, e dei paesi a cui appartengono le lingue usate.

- Intervista a una mediatrice italiana di origine ghanese.

- Elaborazione N° 2 testi per sito.

- Elaborazione testi stand-up dal testo on-line.

VIDEO: Domande in città Domanda: tema fughe FONTI: Documenti interni

 

II SETTIMANA

 

6° Lunedì

TEMA: Fuga dalla Nigeria

I fuggitivi I parte - Nigeria

Follow-up sulla formazione veloce

Metodologia: Lavoro di gruppo.

- Situazione politica-economica.

- I diritti umani. - La tratta.

- Il petrolio.

- Gli scontri armati.

- Elaborazione testo per sito.

- Elaborazione testi stand-up dal testo on-line.

VIDEO: Fuga dalla Nigeria Domanda: Sapete cos’è la tratta delle nigeriane?

FONTI: La ragazza di Benin City, WikiPedia, Schede Amnesty International,

https://www.google.com/advanced_image_search

 

7° Martedì

TEMA: L’altra accoglienza: chi sono i Minori Stranieri Non Accompagnati

- Dinamiche e fenomenologie a livello nazionale e locale.

- Analisi progetto Vesta

- Elaborazione testi per sito.

- Elaborazione testi stand-up.

Metodologia: Lavoro di gruppo.

Pezzo 1 - FONTI: “Aiutiamoli a casa nostra”, “Protezione internazionale e minori”

Pezzo 2- FONTI: “Vademecum sui diritti dei minori”

Pezzo 3 - FONTI: “Progetto Vesta”

Categoria Blog: L’altra accoglienza

VIDEO: L’altra accoglienza

Domanda: Conoscete il fenomeno dei MSNA?

Sareste disponibili ad accogliere in casa vostra un minore straniero non accompagnato?

FONTI:

 Sito Progetto Vesta;

 Articolo IO DONNA -“Aiutiamo i giovani migranti a casa nostra”,

 “Articolo Bologna Cares: “Protezioni Internazionali e minori”;  Vademecum dal sito “Melting Pot”.

 

8° Mercoledì

TEMA: Le storie di vita e accoglienza su Bologna Cares

- Il lavoro artigianale

- Il lavoro in cucina - Lo sport

- L’arte 

- La musica

- La danza

- L’accoglienza diffusa Metodologia:

Lavoro di gruppo.

VIDEO: In un giorno una vita

– Voce narrante, Stand-up,

Interviste, Foto.

Raccontare le storie di Bologna Cares, contestualizzate ai temi di cui le storie sono portatrici.

DOMANDE AI CITTADINI

– Se foste voi a dover improvvisamente fuggire dal vostro paese, dopo aver visto morire i vostri parenti, oppure dopo aver subito violenze, o ancora in seguito al rastrellamento della vostra casa, o nel caso che la vostra città fosse continuamente bombardata…?

In un giorno la vostra vita cambierebbe…

Domanda: Come immagini la vita da fuggiasco in un altro paese?

FONTE: Sito Bologna Cares, documenti interni.

 

9° Giovedì

TEMA: Fuga dal Gambia

- Situazione politica-economica.

- I diritti umani.

- Gli scontri armati.

- Elaborazione testo per sito.

- Elaborazione testi stand-up dal testo on-line.

Metodologia: Lavoro di gruppo.

VIDEO: Fuga dal Gambia

– Se foste voi a dover improvvisamente fuggire dal vostro paese, dopo aver visto morire i vostri parenti, oppure dopo aver subito violenze, o ancora in seguito al rastrellamento della vostra casa, o nel caso che la vostra città fosse continuamente bombardata…?

In un giorno la vostra vita cambierebbe…

Domanda: Qual è la prima cosa che farebbe?

FONTI: WikiPedia, Schede Amnesty International,

https://www.google.com/advanced_image_search

 

10° Venerdì

TEMA: Conoscere per informare 

Quali sono gli aspetti, le informazioni e le immagini che ritenete sia importante comunicare al mondo?

Individuate tra tutti i lavori eseguiti durante il laboratorio, gli aspetti, le informazioni e le immagini che più vi hanno colpito, emozionato, per cui le ritenete importanti da comunicare al mondo…

Metodologia: Lavoro di gruppo.

VIDEO: Conoscere per informare

FONTI: I lavori prodotti

Creare un breve video di saluti al pubblico che non vi seguirà più.

Alcune regole basiche

 

Misure

- News lunghe: tra le 2500 e le 3500 battute compresi gli spazi

- News brevi: entro le 1000 battute compresi gli spazi Carattere

- Times New Roman: Titolo = 12; sottotitolo 12; Titolazioni 16; Testo 12 Organizzazione narrativa News lunghe - titolo

- sottotitolo

- sommario

- paragrafi con titolazione

- neretti - link Organizzazione narrativa News brevi

- Titolo

- Testo

Organizzazione contenuti

Rispondere sempre alle 5 W (cominciando da quando ci si presenta):

- Who? («Chi?»)

- What? («Che cosa?»)

- When? («Quando?»)

- Where? («Dove?»)

- Why? («Perché?»)

Definizione di notizia

- Un fatto la cui natura è pubblica.